Diventa un
Esperto in Spirometria

Spirometria: l'impiego della percentuale del valore predetto è inappropriato

Lower limit of normal for FEV1 and FVC as percent predictedFigura 1 - I limiti inferiori della norma (LLN) per il FEV1 e la FVC, espressi come percentuale dei valori predetti individuati dalla GLI-2012, per l'intervallo d'età compreso tra i 3 e i 95 anni.

In medicina respiratoria, quando bisogna interpretare i dati spirometrici, è costume diffuso esprimere i valori misurati come percentuali del loro predetto. Questa tradizione fu proposta inizialmente da Gramprey [1] e successivamente da Christie [2]: "una regola generalmente utile è quella di considerare significativa una deviazione del 20% dal normale valore predetto". Ciò porta a considerare l'80% del valore predetto come il limite inferiore della norma (Lower Limit of Normal o LLN). Questa regola è stata impiegata senza critiche. Essa può, però, essere ritenuta valida solo se la dispersione attorno al predetto è proporzionale al suo valore: ampia quando il valore predetto è grande; proporzionalmente ristretta quando esso è piccolo. Come mostrato in figura 1, poiché non si osservano proporzioni di questo tipo, l'impiego di percentuali fisse del valore predetto condurrà inevitabilmente ad interpretazioni errate dei risultati del test. Quest'ultima osservazione può essere riscontrata in varie pubblicazioni [3-10]. Per questo motivo, Sobol scrisse [6]: "In nessun'altra branca della medicina si assiste ad una tale considerazione semplicistica del limite di normalità". Le decine di migliaia di misurazioni in possesso del gruppo GLI costituirono un'opportunità, per calcolare il limite inferiore della norma con maggiore accuratezza (vedi in seguito). L'espressione del limite inferiore di normalità come percentuale (%) del predetto, genera l'immagine mostrata nella figura 1: considerando un ampio intervallo di età, il reale limite inferiore della norma si abbassa vistosamente, rispetto alla linea che rappresenta l'80% del valore predetto.

Percentage of healthy males and females with FEV1 and FVC < 80% predictedFig. 2 - Percentuale di soggetti sani di sesso maschile e femminile, in cui il FEV1 o la FVC misurati sono inferiori all'80% del predetto.

Di conseguenza si può valutare in quale percentuale di soggetti sani, appartenenti ad una popolazione di non fumatori (25.827 maschi e 31.568 femmine), il FEV1 e la FVC misurati sono inferiori all'80% del valore predetto (figura 2). Appare chiaro che, poiché un vasto numero di interpretazioni dei risultati dei test di funzionalità respiratoria risulta inesatto, in particolare quando riferiti a soggetti ultracinquantenni, il riferimento a percentuali (%) del predetto deve essere abbandonato.

Riferimenti

  1. Gramprey J. Les valeurs “dites normales” en spirographie. Rev méd Nancy 1954; 79: 648-657.
  2. Bates DV, Christie RV. (1964). Respiratory Function in Disease, p. 91. Saunders, Philadelphia and London.
  3. Quanjer PH, Tammeling GJ, Cotes JE, Pedersen OF, Peslin R, Yernault J-C. Lung volume and forced ventilatory flows. Report Working Party Standardization of Lung Function Tests, European Community for Steel and Coal. Official Statement of the European Respiratory Society. Eur Respir J 1993; 6: Suppl. 16, 5–40. Erratum Eur Respir J 1995; 8: 1629.
  4. Stanojevic S, Wade A, Stocks J, et al. Reference ranges for spirometry across all ages. A new approach. Am J Respir Crit Care Med 2008; 177: 253–260. Manoscritto
  5. Sobol BJ. Assessment of ventilatory abnormality in the asymptomatic subject: an exercise in futility. Thorax 1966; 2: 445-449. Manoscritto
  6. Sobol BJ, Sobol PG. Editorial. Percent of predicted as the limit of normal in pulmonary function testing: a statistically valid approach. Thorax 1979; 34: 1-3. Manoscritto
  7. Miller MR, Pincock AC. Predicted values: how should we use them? Thorax 1988; 43: 265-267. Manoscritto
  8. ATS Statement. Lung function testing: selection of reference values and interpretative strategies. Am Rev Resp Dis 1991; 144: 1202-1218. Manoscritto
  9. Miller MR, Quanjer PH, Swanney MP, Ruppel G, Enright PL. Interpreting lung function data using 80% predicted and fixed thresholds misclassifies more than 20% of patients. Chest 2011; 139; 52-59. PubMed
  10. Quanjer PH, Stanojevic S, Cole TJ et al. and the ERS Global Lung Function Initiative. Multi-ethnic reference values for spirometry for the 3-95 years age range: the Global Lung Function 2012 equations. Eur Respir J 2012; 40: 1324-1343. PubMed

Ringraziamenti: Illustrazioni modificate e riprodotte con il permesso dell’ European Respiratory Society. Eur Respir J Dicembre 2012 40:1324-1343; anteprima del 27 giugno, 2012, doi:10.1183/09031936.00080312.

Inizio della pagina | | | ©Philip H. Quanjer, Sanja Stanojevic, Janet Stocks, Tim J. Cole, traduzione: Pasquale Gorgone