Diventa un
Esperto in Spirometria

Il "limite inferiore della norma" per la spirometria, ancora una volta


Potrebbero nascere dei dubbi poiché le distribuzioni degli indici di funzionalità polmonare dei soggetti sani e di quelli malati possono sovrapporsi. Perciò, è rischioso affermare che il risultato di un test esclude la patologia quando inferiore al limite inferiore di riferimento (il 5° percentile). Questa evenienza è ancor più possibile quando avviene senza un giudizio clinico. E' stato suggerito che un rapporto FEV1/FVC < 0,70 ma > limite inferiore della norma, perciò nell'intervallo di normalità definita "zona di penombra", sia un indice di patologia polmonare. Non esiste alcuna evidenza che possa sostenere tale ipotesi. In ogni caso, si può pensare alla presenza di un quadro patologico, se i soggetti collocati nella "zona di penombra" sviluppano segni e sintomi di patologia respiratoria nel corso degli anni. Comunque, non è stata individuata alcuna evidenza di supporto tramite studi longitudinali:

Lo stadio 1 GOLD (FEV1/FVC < 0.70 & FEV1 > 80% del predetto) negli individui asintomatici non è associato a
• Morte prematura [1-5]
• Declino accelerato del FEV1, insorgenza di sintomi respiratori, maggior ricorso all'assistenza sanitaria, diminuzione della "qualità della vita"[6,7].

Use the lower limit of normal for diagnosing airway obstructionDo not apply the GOLD criterion for airway obstruction

Un FEV1/FVC < limite inferiore della norma è associato a
• Morte prematura [8,9]
• Sviluppo di sintomi respiratori [10].

Conclusione: Il criterio GOLD è clinicamente infondato e l'uso di FEV1/FVC < 0,7 come criterio per fare diagnosi di ostruzione delle vie aeree dovrebbe essere abbandonato, alla luce del rischio di una diagnosi sottostimata nei soggetti giovani e di una diagnosi sovrastimata negli anziani [11]. Al contrario, bisogna ricorrere al limite inferiore della norma (LLN), come reale valore di riferimento.

Riferimenti

  1. Ekberg-Aronsson M, Pehrsson K, Nilsson JA, Nilsson PM, Löfdahl CG. Mortality in GOLD stages of COPD and its dependence on symptoms of chronic bronchitis. Respir Res 2005; 6: 98. Manuscript
  2. Vaz Fragoso CA, Concato J, McAvay G, et al. Chronic obstructive pulmonary disease in older persons: a comparison of two spirometric definitions. Respir Med 2010; 104: 1189 - 1196. PubMed
  3. Pedone C, Scarlata S, Sorino C, Forastiere F, Bellia V, Antonelli Incalzi R. Does mild COPD affect prognosis in the elderly? BMC Pulm Med 2010; 10: 35. Manoscritto
  4. Mannino DM, Doherty DE, Buist AS. Global Initiative on Obstructive Lung Disease (GOLD) classification of lung disease and mortality: findings from the Atherosclerosis Risk in Communities (ARIC) study. Respir Med 2006; 100: 115–122. PubMed
  5. Vaz Fragoso C, Gill T, McAvay G, et al. Use of lambda-mu-sigma-derived Z score for evaluating respiratory impairment in middle-aged persons. Respir Care 2011; 56: 1771-1777. Manoscritto
  6. Bridevaux P-O, Gerbase MW, Probst-Hensch NM, Schindler C, Gaspoz JM, Rochat T. Long-term decline in lung function, utilisation of care and quality of life in modified GOLD stage 1 COPD. Thorax 2008; 63: 768 - 774. Manoscritto
  7. Akkermans R, Biermans M, Robberts B et al. COPD prognosis in relation to diagnostic criteria for airflow obstruction in smokers. Eur Respir J 2013 published ahead of print as doi: 10.1183/09031936.00158212.
  8. Vaz Fragoso CA, Concato J, McAvay G, et al. Chronic obstructive pulmonary disease in older persons: a comparison of two spirometric definitions. Respir Med 2010; 104: 1189 - 1196. Sommario
  9. Mannino DM, Buist AS, Vollmer WM. Chronic obstructive pulmonary disease in the older adult: what defines abnormal lung function? Thorax 2007; 62: 37–241. Manoscritto
  10. Vaz Fragoso CA, Concato J, McAvay G, et al. The ratio of FEV1 to FVC as a basis for establishing chronic obstructive pulmonary disease. Am J Respir Crit Care Med 2010; 181: 446 - 451. Manoscritto
  11. Quanjer PH, Enright PL, Miller MR, et al. Open Letter. The need to change the method for defining mild airway obstruction. Eur Respir J 2011; 37: 720-722. Manoscritto

Inizio della pagina | | | ©Philip H. Quanjer, Sanja Stanojevic, Janet Stocks, Tim J. Cole, traduzione: Pasquale Gorgone